Russell Crowe: altezza, peso, chi è, carriera, Sanremo 2024, Instagram

Russell Crowe: altezza, peso, chi è, carriera, Sanremo 2024, Instagram

Chi è Russell Crowe?

Russell Crowe, nato il 7 aprile 1964 a Wellington, Nuova Zelanda, è un acclamato attore, regista e musicista noto per la sua intensa versatilità e presenza scenica. Cresciuto in una famiglia legata al mondo del cinema, Crowe si è trasferito a Sydney, Australia, da bambino, dove ha iniziato la sua carriera artistica. Ha ottenuto la fama mondiale con ruoli in film di grande successo come “Il Gladiatore”, “A Beautiful Mind”, e “Master and Commander”​​​​.

Quanto è alto Russell Crowe? Quanto pesa?

Russell Crowe è alto 182 cm. Informazioni precise sul suo peso attuale non sono disponibili, ma è noto per le sue trasformazioni fisiche per vari ruoli cinematografici​​.

Russell Crowe – La Scheda

  • Vero Nome: Russell Ira Crowe
  • Data di nascita: 7 aprile 1964
  • Età: 59 anni
  • Luogo di Nascita: Wellington, Nuova Zelanda
  • Segno Zodiacale: Ariete
  • Altezza: 182 cm
  • Peso: N/D
  • Social: Instagram @russellcrowe
  • Famiglia: Ex moglie Danielle Spencer, con cui ha avuto due figli, Charles e Tennyson​​​​.
  • Relazioni: Ha avuto relazioni note con Meg Ryan e Nicole Kidman, e dal 2020 frequenta Britney Theriot​​.
  • Partner lavorativi: Ha collaborato con celebri registi e attori, tra cui Ridley Scott, Ron Howard, Jodie Foster, e Nicole Kidman.

Biografia

La carriera di Crowe inizia da bambino nella televisione neozelandese, per poi decollare a livello internazionale negli anni ’90. Oltre al successo come attore, Crowe è anche un apprezzato musicista, avendo partecipato con la sua band a vari eventi, inclusa una performance al Festival di Sanremo nel 2001. Nel 2014, Crowe debutta come regista con “The Water Diviner”, dimostrando il suo talento anche dietro la macchina da presa​​​​.

Vita Privata

Crowe ha sposato Danielle Spencer nel 2003, dalla quale ha avuto due figli prima del loro divorzio nel 2018. La sua vita privata ha avuto momenti di interesse mediatico, inclusi alcuni legali. Nonostante le sfide, Crowe mantiene un profilo attivo sui social media, condividendo aspetti del suo lavoro e della sua vita personale​​​​.

Carriera

La carriera cinematografica di Crowe è costellata di successi e riconoscimenti, tra cui un Oscar per “Il Gladiatore”. Ha interpretato una vasta gamma di personaggi, da quelli storici a quelli contemporanei, guadagnandosi la stima di pubblico e critica. Oltre alla recitazione, la sua passione per la musica lo ha visto esibirsi in vari contesti, mantenendo viva la sua presenza nel mondo dello spettacolo anche fuori dal grande schermo​​​​​​.

Film dov’è apparso Russell Crowe

  • Giuramento di sangue (Blood Oath), regia di Stephen Wallace (1990)
  • The Crossing, regia di George Ogilvie (1990)
  • Istantanee (Proof), regia di Jocelyn Moorhouse (1991)
  • Spotswood, regia di Mark Joffe (1992)
  • Skinheads (Romper Stomper), regia di Geoffrey Wright (1992)
  • Un piccolo grande eroe (Hammers Over the Anvil), regia di Ann Turner (1993)
  • For the Moment, regia di Aaron Kim Johnston (1993)
  • Love in Limbo, regia di David Elfick (1993)
  • The Silver Brumby, regia di John Tatoulis (1993)
  • Tutto ciò che siamo (The Sum of Us), regia di Geoff Burton e Kevin Dowling (1994)
  • Pronti a morire (The Quick and the Dead), regia di Sam Raimi (1995)
  • Fino alla fine (No Way Back), regia di Frank A. Cappello (1995)
  • Virtuality (Virtuosity), regia di Brett Leonard (1995)
  • Miss Magic (Rough Magic), regia di Clare Peploe (1995)
  • L.A. Confidential, regia di Curtis Hanson (1997)
  • Paradiso di fuoco (Heaven’s Burning), regia di Craig Lahiff (1997)
  • Breaking Up – Lasciarsi (Breaking Up), regia di Robert Greenwald (1997)
  • Mistery, Alaska, regia di Jay Roach (1999)
  • Insider – Dietro la verità (The Insider), regia di Michael Mann (1999)
  • Il gladiatore (Gladiator), regia di Ridley Scott (2000)
  • Rapimento e riscatto (Proof of Life), regia di Taylor Hackford (2000)
  • A Beautiful Mind, regia di Ron Howard (2001)
  • Master & Commander – Sfida ai confini del mare (Master and Commander: The Far Side of the World), regia di Peter Weir (2003)
  • Cinderella Man – Una ragione per lottare (Cinderella Man), regia di Ron Howard (2005)
  • Un’ottima annata – A Good Year (A Good Year), regia di Ridley Scott (2006)
  • Quel treno per Yuma (3:10 to Yuma), regia di James Mangold (2007)
  • American Gangster, regia di Ridley Scott (2007)
  • Nessuna verità (Body of Lies), regia di Ridley Scott (2008)
  • State of Play, regia di Kevin Macdonald (2009)
  • Tenderness, regia di John Polson (2009)
  • Robin Hood, regia di Ridley Scott (2010)
  • The Next Three Days, regia di Paul Haggis (2010)
  • Les Misérables, regia di Tom Hooper (2012)
  • L’uomo con i pugni di ferro (The Man with the Iron Fists), regia di RZA (2012)
  • Broken City, regia di Allen Hughes (2013)
  • L’uomo d’acciaio (Man of Steel), regia di Zack Snyder (2013)
  • Storia d’inverno (Winter’s Tale), regia di Akiva Goldsman (2014)
  • Noah, regia di Darren Aronofsky (2014)
  • The Water Diviner, regia di Russell Crowe (2014)
  • Padri e figlie (Fathers and Daughters), regia di Gabriele Muccino (2015)
  • The Nice Guys, regia di Shane Black (2016)
  • War Machine, regia di David Michôd (2017) – cameo
  • La mummia (The Mummy), regia di Alex Kurtzman (2017)
  • Boy Erased – Vite cancellate (Boy Erased), regia di Joel Edgerton (2018)
  • The Kelly Gang (True History of the Kelly Gang), regia di Justin Kurzel (2019)
  • Il giorno sbagliato (Unhinged), regia di Derrick Borte (2020)
  • Zack Snyder’s Justice League, regia di Zack Snyder (2021) – cameo vocale
  • Thor: Love and Thunder, regia di Taika Waititi (2022)
  • Una birra al fronte (The Greatest Beer Run Ever), regia di Peter Farrelly (2022)
  • Poker Face, regia di Russell Crowe (2022)
  • Prizefighter – La forza del campione (Prizefighter: The Life of Jem Belcher), regia di Daniel Graham (2022)
  • L’esorcista del papa (The Pope’s Exorcist), regia di Julius Avery (2023)
  • Land of Bad, regia di William Eubank (2024)
  • Kraven – Il cacciatore (Kraven the Hunter), regia di J. C. Chandor (2024)
  • Sleeping Dogs, regia di Adam Cooper (2024)

Russell Crowe Instagram

Share:
mm

Author: Federica Malatesta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *